2019 - MASCOT<span>® WORKWEAR -  Monza - logo</span>

MASCOT fornirà gli indumenti da lavoro allo staff del Monza Eni Circuit. Il leggendario circuito di corse automobilistiche acquisterà così un’immagine tutta danese, visto che lo staff di collaboratori rappresenta il primo contatto con i clienti e i visitatori che arrivano all’autodromo.

2019 - Monza Eni Circuit - Auto da corsa

Selezionando MASCOT per la fornitura di abbigliamento da lavoro, l’organizzazione dietro al Monza Eni Circuit (l’autodromo nazionale di Monza) ha volutamente scelto un partner con un grande impegno e una conoscenza approfondita del mondo dei motori – e sicuramente quello con il maggior numero di sponsorizzazioni nel campo degli sport motoristici. Per MASCOT la collaborazione con Monza rappresenta il riflesso naturale di una posizione di punta conquistata ormai nel settore.

Pietro Benvenuti, direttore generale dell’autodromo di Monza, si è espresso così sulla collaborazione: «[…] MASCOT è divenuto un punto di riferimento nel mondo dei motori e, come noi, ha quale fine ultimo quello di offrire sempre il miglior standard di qualità. MASCOT si è rivelato immediatamente un collaboratore in grado di offrire un vasto assortimento di abbigliamento tecnico di qualità, adatto a tutti i settori presenti a Monza, dagli addetti di pista agli impiegati d’ufficio».

Abbigliamento da lavoro per la massima libertà di movimento

I dipendenti del Monza Circuit apprezzano in particolare i capi elasticizzati dell’assortimento MASCOT. Grande libertà di movimento e alta qualità sono stati i due aspetti che hanno orientato la ricerca di un nuovo fornitore per gli indumenti da lavoro dei tanti dipendenti del circuito, impegnati nelle attività più diverse, come l’organizzazione di eventi, l’assistenza e l’amministrazione.

 

Monza Eni Circuit

L’autodromo di Monza è nato nel 1922. Negli anni il circuito, lungo 5770 metri, si è guadagnato il soprannome di ”The Temple of Speed” o tempio della velocità. Ogni anno ospita diversi tipi di corse automobilistiche, tra cui il Gran Premio d’Italia di Formula 1.